Francia, dal Senato via libera a controversa riforma delle pensioni

| Redazione StudioNews |

Francia, dal Senato via libera a controversa riforma delle pensioniRoma, 12 mar. (askanews) – Il senato francese in tarda serata ieri ha approvato l’impopolare riforma delle pensioni, poche ore dopo le nuove manifestazioni di piazza contro uno dei pilastri del programma del secondo mandato presidenziale di Emmanuel Macron. I senatori hanno approvato le riforme con 195 voti a favore e 112 contrari. Ora una commissione redigerà il testo finale che andrà nuovamente votato dal senato e dall’assemblea nazionale.
“Un passo importante è stato compiuto questa sera con un ampio voto sul testo della riforma delle pensioni al Senato”, ha detto la premier, Elisabeth Borne, dopo il voto, aggiungendo di ritenere che il governo abbia la maggioranza parlamentare per far varare la riforma.
Se il governo di Macron non riuscisse a trovare i voti all’assemblea nazionale, Borne potrebbe utilizzare uno strumento costituzionale raramente utilizzato e molto controverso, noto come articolo 49/3, per far passare il testo senza voto.
I sindacati, che si sono ferocemente opposti alle misure, sabato speravano ancora di costringere Macron a fare marcia indietro, anche se le proteste della giornata contro la riforma sono state molto più contenute rispetto alle precedenti.
La tensione è divampata in serata, con la polizia di Parigi che ha affermato di aver effettuato 32 arresti dopo che alcuni manifestanti hanno lanciato oggetti contro le forze di sicurezza, con bidoni della spazzatura bruciati e finestre rotte. Questa settimana, Macron ha rifiutato due volte le chiamate urgenti dei sindacati per incontrarlo in un ultimo disperato tentativo di fargli cambiare idea.
Il ministero dell’Interno ha detto che 368.000 persone si sono presentate in piazza in tutta la Francia, meno della metà del milione che la polizia aveva previsto. A Parigi, 48.000 persone hanno preso parte alle manifestazioni, rispetto alle previsioni della polizia di circa 100.000. L’11 febbraio, sempre sabato, 963.000 persone avevano manifestato, secondo la polizia.
Nell’ultimo grande giorno di sciopero e protesta, martedì, la partecipazione è stata di poco inferiore a 1,3 milioni di persone secondo la polizia e più di tre milioni secondo i sindacati.
La misura principale della riforma è l’innalzamento dell’età minima di pensionamento a 64 anni, da 62 anni, considerata da molti ingiusta nei confronti delle persone che hanno iniziato a lavorare giovani. La riforma aumenta anche il numero di anni di contributi versati necessari per ricevere una pensione completa.
Un sondaggio d’opinione pubblicato dall’emittente BFMTV ha rilevato che il 63% dei francesi approva le proteste contro la riforma e il 54% è anche favorevole agli scioperi e ai blocchi in alcuni settori. Tuttavia, il 78% ha affermato di ritenere che Macron avrebbe finito per far approvare la riforma.

Studio News

l'informazione corre lungo la rete

Agenzia di Stampa Telematica - Direttore Responsabile: Patrizia Barsotti
__________________________________________________________

licenze creative di StudioNews – Studio Media Communication srls
Sede Legale: Via Siria, 24 - 00179 - Roma (RM)
P.IVA: 13361321006

Iscrizione Tribunale: 4/2022 del Registro Stampa in data 18 Gennaio 2022

Media Partners
Seguici sui social
Privacy e Cookie
StudioNews

© Studio Media Communication - Tutti i diritti sono riservati - Media Partner: 321 e ViaVai TV